Immagine di Testata

Dopo l’emergenza da pandemia, la scuola, in Italia, riparte. E, a Montepulciano, torneranno ad essere erogati due servizi fondamentali per la scuola dell’obbligo, lo scuolabus e la mensa.

L’Amministrazione Comunale, pur consapevole dell’urgenza delle famiglie di pianificare la propria organizzazione, ha ritenuto indispensabile disporre del quadro normativo completo prima di dare il via alle domande.

A definire il panorama della ripresa dell’attività scolastica dopo la pandemia da Covid-19 contribuiscono il Piano Scuola, approvato a fine giugno, con Decreto, dal Ministero dell’Istruzione, e due provvedimenti ancora più recenti, il Protocollo per la sicurezza, sempre emesso dal Ministero, il 6 agosto, e le Linee guida per il trasporto scolastico, contenute nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 7 agosto.

Contemporaneamente il Comune ha lavorato ad ogni possibile soluzione organizzativa, mantenendo costante ed attivo il dialogo – raccomandato anche nelle norme ministeriali – con i dirigenti scolastici e con i fornitori dei servizi, proprio per essere pronto nel momento in cui si sarebbe delineato lo scenario definitivo.

Mai come quest’anno, per le famiglie di Montepulciano è dunque fondamentale presentare le domande per usufruire dei servizi di trasporto scolastico e mensa perché sarà sulla base di tali istanze che il Comune potrà organizzare i servizi (e quindi soddisfare le esigenze dei singoli).

I moduli per l’iscrizione degli studenti ad uno o ad entrambi i servizi possono essere compilati direttamente online, agli url

https://servizi.comune.montepulciano.si.it/portal/servizi/moduli/9/modulo

e

https://servizi.comune.montepulciano.si.it/portal/servizi/moduli/17/modulo.

In alternativa potranno essere scaricati dal sito istituzionale del Comune www.comune.montepulciano.si.it (v. sotto), compilati e trasmessi tramite mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (utilizzabile con qualsiasi mail).

Il termine per la presentazione scade inderogabilmente il 31 agosto.

Le tariffe, insieme ad altre informazioni, sono dettagliate nell'Informativa generale, consultabile cliccando sul link in basso.

Interesse sia dell’Ente sia delle famiglie è acquisire al più presto, e con la massima precisione possibile, il quadro dei richiedenti, perché su questo saranno modulati i servizi.

Per quanto riguarda l’edilizia scolastica, il Comune sta realizzando con la massima urgenza, anche avvalendosi del proprio personale, interventi per poco più di 160.000 Euro per adeguare ed adattare gli “spazi didattici” alle linee guida ministeriali. I lavori interessano gli edifici scolastici del Capoluogo, di Abbadia di Montepulciano, di Acquaviva, di Montepulciano Stazione e di Sant’Albino (ovvero tutti i plessi di competenza del Comune) e si distinguono tra adeguamento di aule e servizi igienici e forniture di materiali per arredi ed attrezzature, con l’obiettivo di utilizzare al massimo gli spazi esterni, ideali per il distanziamento sociale.

Si tratta di autentici investimenti ovvero di lavori progettati per non risultare temporanei ma duraturi, utili per migliorare ed ottimizzare la fruibilità delle scuole.

Ferme restando tutte le norme di sicurezza in materia di igiene e di distanziamento sociale, i locali mensa che non sono stati oggetto di lavori necessari per ampliare gli spazi aperti, quelli comuni o per garantire la didattica, non vedranno particolari novità, se non l’eventuale necessità di essere utilizzati su due turni.

Laddove gli ampliamenti per la didattica abbiano comportato una riduzione degli spazi-mensa, si prospetta il consumo del pasto in aula.

Per quanto riguarda invece gli scuolabus, le linee guida richiedono l’utilizzo di dispositivi di protezione individuale (esclusi i bambini al di sotto di 6 anni), misure di sanificazione dei mezzi, aerazione dell’abitacolo, preventiva misurazione della temperatura, insieme a regole ben precise sulla salita e discesa. La capienza dei mezzi può essere interamente sfruttata lungo percorsi della durata massima di 15’; tale misura potrebbe richiedere al Comune, proprio in relazione alle domande ricevute, di adottare una diversa modulazione del servizio tra cui non è da escludere un suo potenziamento.

Presentare la domanda vuol dire mettere in grado il Comune di organizzare i servizi ma è anche la condizione per ottenere lo scuolabus o la mensa. In ogni caso, sarà garantita alla cittadinanza un’informazione completa e tempestiva.

Il Comune rivolge un ringraziamento alle famiglie per la comprensione e la collaborazione: ogni componente della nostra collettività è al lavoro per garantire il meglio agli studenti.

Per la domanda di iscrizione al servizio di trasporto scolastico, cliccare qui -> rev_iscrizione_al_servizio_di_trasporto_scolastico.pdf
Attenzione: relativamente a questo specifico servizio e a seguito delle Linee Guida in materia di trasporto scolastico per misure anti Covid-1, si pubblica, in fondo a questa notizia, la dichiarazione di responsabilità (in formato editabile) che i genitori dovranno restituire entro venerdì 11 settembre 2020, inviandola all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ogni dichiarazione dovrà essere riempita in ogni sua parte e corredata dalla fotocopia di un documento di identità.  Una volta acquisite le dichiarazioni, sarà inviata la lettera di ammissione al servizio.
DICHIARAZIONE_DI_RESPONSABILITA.doc


Per la domanda di iscrizione al servizio di refezione scolastica, cliccare qui -> rev_iscrizione_al_servizio_di_refezione_scolastica.pdf

Per l'informativa generale, cliccare qui -> servizi_scolastici_informativa_generale.pdf